Videoteca
Arturo Vega
Principiante
5 Video
Video
Risultati 1-5 di 5

Arturo Vega - Entrevista - Parte 1

Difficoltà: difficulty - Principiante Principiante

Messico

Arturo Vega decise di rimanere permanentemente negli Stati Uniti quando vide in TV le scene del massacro di Tlatelolco. Alla fine si stabilì a New York, dove conobbe i Ramones. In questo video ci racconta delle repressioni a cui è stato sottoposto da parte delle autorità, quando partecipava ai gruppi teatrali e agli spettacoli improvvisati a Città del Messico.

Arturo Vega - Entrevista - Parte 2

Difficoltà: difficulty - Principiante Principiante

Messico

Facendo un po' di ricerche abbiamo scoperto che la commedia musicale che Arturo Vega ha fatto con Héctor Suárez al Teatro degli Insorgenti dal titolo "Sigue tu onda", fu un adattamento spagnolo dello spettacolo di Broadway "Your Own Thing". Qualche tempo dopo, Arturo sarebbe partito in viaggio per New York per cercare di ottenere un ruolo nel musical di Broadway "Hair" ...

Arturo Vega - Entrevista - Parte 3

Difficoltà: difficulty - Intermedio Intermedio

Messico

Si è scoperto che il giovane Arturo Vega, attore e artista emigrante messicano a New York, viveva sotto l'appartamento di una ragazza che usciva con un uomo di nome Douglas Glenn Colvin, colui che sarebbe poi divenuto noto come "Dee Dee Ramone".

Arturo Vega - Entrevista - Parte 4

Difficoltà: difficulty - Principiante Principiante

Messico

Arturo Vega è una parte importante della storia dei Ramones. È stato lui a progettare il famoso scudo della band, la cui estetica richiama in parte il marchio presidenziale e in parte il logo di un motociclista ribelle. In questo video, ci dice perché hanno scelto di usare la figura dell'aquila come parte del logo.

Arturo Vega - Entrevista - Parte 5

Difficoltà: difficulty - Principiante Principiante

Messico

Alcuni potrebbero pensare che Arturo Vega abbia progettato solo il famoso logo-sigillo che oggi identifica il leggendario gruppo punk dei Ramones. Ma la verità è che Arturo ha fatto molto di più, dal momento che faceva parte dello staff e, come tale, doveva sporcarsi le mani con attrezzature pesanti, prendersi cura dell'illuminazione e del benessere dei componenti del gruppo, di tutto ciò che era necessario. In più, vedere la propria creazione stampata su milioni di magliette in tutto il mondo... bé, ne è valsa la pena!

Sei sicuro di voler cancellare questo commento? Non sarà possibile recuperarlo.